logo

0
0
0
s2smodern

Depositphotos 37178985 original

CONCORSI LETTERARI & AFFINI
Consigli agli autori emergenti

In Italia ci sono centinaia di migliaia di poeti: parolai, dilettanti, emergenti, affermati e altri generi non identificabili. È chiaro che per la legge della domanda e dell’offerta ci sono, di conseguenza, molti premi letterari. Generalmente, quelli a cui vale veramente la pena di partecipare, non fosse altro che per un confronto con una giuria molto qualificata, in Italia sono veramente pochi, diciamo una ventina. Per il resto scorrazzano per il territorio italico almeno un migliaio di “concorsi” letterari come dire “senza arte né parte”.

Sia chiaro che ogni associazione, municipio, gruppo, cooperativa, pro-loco, ha il diritto di organizzare un premio letterario, ci mancherebbe altro. Il problema è che, spesso, questi concorsi nascono non per la poesia, quanto per promuovere l’ente  o l’associazione che li ha organizzati. Nei fatti, della poesia non gli importa nulla. Allora bisogna interrogarsi sul senso di queste partecipazione. Di conseguenza, questi premi, ai fini della promozione letteraria, non servono a niente e i poeti che vi prendono parte, premiati con targhe, coppe e diplomi non ne hanno alcun vantaggio. Anzi, qualche volta, senza saperlo, si coprono di ridicolo. È il caso di un concorso letterario di cui tacciamo il nome, la cui giuria era composta da una schiera di “esperti professori” di italiano che si erano fermati per così dire, ai tempi di Saba, Quasimodo e Montale, perché “dopo di questi poeti c’era il vuoto totale”. Un altro concorso “Internazionale” organizzato da un importante ente associativo prevedeva un premio per la poesia edita di ben 250 euro, oltre la medaglia d’argento. La cerimonia di assegnazione fu memorabile! Per la cena dei soci del club furono spesi 4.500 euro e, dopo la consegna dell’assegno, nessuno si ricordo di invitare a cena il povero poeta.  

Spesso, i poeti emergenti, non essendo a conoscenza di taluni meccanismi, sono animati da un fervente spirito partecipativo che è anche un momento di verifica della propria scrittura, sicché si è portati a iscriversi senza  però verificare alcuni elementi che distinguono un premio letterario valido da un altro. Prima di tutto si dovrebbe verificare che non ci siano “tasse di lettura” da pagare. Poi ci si dovrebbe informare sui componenti della giuria e sulle loro reali competenze in poesia e, infine, che il “premio” letterario sia realmente un premio non una coppa o una medaglia. Inoltre, accade spesso, che questi organizzatori assegnino un primo premio ad un poeta nominando “finalisti” tutti gli altri per garantirsi un efficace promozione.

Vi sono anche “concorsi letterari” sponsorizzati da importanti enti, pubblici e privati: regioni, assessorati, Senato, Presidenza della Repubblica. Non lasciatevi ingannare, qualsiasi organizzazione può ottenere un patrocinio o una medaglia del presidente, ma questo non fornisce alcuna garanzia che il concorso letterario sia serio e, spesso, questi elementi servono a distrarre i partecipanti dal vero fine del concorso.

Redazione

0
0
0
s2smodern

Editoriale

Image

Notizie in evidenza

ImageLa memoria e l'Alzheimer
L'ultimo libro di Emanuele Schembari
ImageCarlo Cattaneo
Lo scrittore al servizio della civiltà
ImageIn Italia ce ne sono migliaia
Concorsi  letterari & affini
Consigli agli autori emergenti
ImageLa “Polvere” (Pruvulazzu)
La nuova raccolta di Renato Pennisi
ImageSocial Media & Letteratura
Liberi di scrivere?
ImageAprire la nostra mente
La scrittura omologata
Una trappola mentale per scrittori e poeti

Oroscopoesia

Image
L'oroscopo di dicembre

Pensieri

Image
Andrej Sinjavskij

Note a margine

Image
Scritti brevi
di Salvatore Fava

Novità in libreria

Image

Consigli per la lettura

Argomenti

ImageAutori  Emergenti
Distribuzione e promozione
Fatti, misfatti e mistificazioni  
ImageBenedetto Croce
“Difesa della Poesia”
Un manifesto ancora attuale
ImageIl luogo delle origini
di Andrea Guastella
ImageAntonina Crimi
Mettere le ali
ImageUn nuovo libro di Bruno Rombi
Occasioni: una voce poetica ispirata

Poeti e scrittori

ImageIntervista a Caterina Spallino
Una voce di primo piano della poesia emergente
ImageUna silloge di 
Francesco Sinatra
ImageUna silloge
di Andrea Cattania
ImageQuando la passione per l’auto incontra la poesia
Allegoria per la Porsche 911
ImageJean Claude Dubail
“Riflessioni”: un libro che apre l’anima